COME ALLUNGARE LA VITA E CURARSI MEDIANTE PERIODICO DIGIUNO E RESTRIZIONE CALORICA – IL PIÚ EFFICACE PIANO ANTINVECCHIAMENTO NATURALE, SCIENTIFICAMENTE PROVATO

 

 
Calculate your BMI
(Body Mass Index)

BMI Categories:
Underweight = <18.5
Normal weight = 18.5-24.9
Overweight = 25-29.9
Obesity = BMI of 30 or greater

METRIC STANDARD
Your Height: cm
Your Weight: kg
Your BMI:

 

Storia dello sviluppo del metodo “Nutrizione Ciclica Anti-Età”,

S
ituazione della gerontologia come scienza attuale, e 

Le vicende di alcuni gerontologi.


Benvenuti in una delle piú belle città del mondo: Budapest, Ungheria. Budapest ospita gli uffici della nostra società Anti-Aging ed è anche sede principale dei nostri programmi antinvecchiamento, di digiuno e pulizia. Oltre a Budapest, teniamo programmi simili, col metodo della Nutrizione Ciclica Anti-Età, in Croazia (ad Abbazia e Macarsca). Con vivo piacere possiamo annunciare che inizieremo nuovi programmi in Spagna, Italia e Grecia entro il 2010-2012.

L' obiettivo primario del Centro Anti-Età è sviluppare metodi di estensione della vita umana. Questi metodi sono basati su ricerche teoriche e pratiche di gerontologia e scienze correlate; dati che si sono accumulati negli ultimi 80 anni. Noi promuoviamo e commercializziamo programmi di nutrizione antinvecchiamento specificamente studiati, implementando cosí il metodo “Nutrizione Ciclica Anti-Età. Questo metodo ritarda l' invecchiamento e lo sviluppo di quasi tutti i disturbi legati all' età. Il creatore del metodo e direttore scientifico del Centro Anti-Età è il Dr. Arcady Economo, medico e farmacologo.


Il Dr. A. Economo è un gerontologo di fama, che ha riunito approcci e tecniche tradizionali ed innovative in gerontologia, per creare un rivoluzionario metodo antinvecchiamento, detto “Nutrizione Ciclica Anti-Età”. Questo metodo rallenta l' invecchiamento mediante regimi nutrizionali ciclici. Tale dieta rende possibile estendere significativamente l' arco vitale umano, fino al 50% secondo analisi di esperti. Il metodo ha anche un forte effetto guarente e ringiovanente. Può bloccare l' invecchiamento per diversi anni, fino anche a due decenni. Può persino volgere il processo d' invecchiamento al contrario. I principi fondamentali di questo metodo combinano due approcci gerontologici che si sono provati estremamente efficaci. Il primo approccio è il “digiuno intermittente”, e il secondo è la “restrizione calorica”.Il primo approccio prende origine dai dati clinici e sperimentali che hanno dimostrato l' importanza del digiuno per la salute; il secondo si basa su un paradigma di limitazione calorica ben noto in gerontologia.


Il Dr. Economo ottenne il titolo di Master nella ex Unione Sovietica, con una laurea in Chimica all' Università Statale di Mosca. Dopo la laurea, il Dr. A. Economo iniziò a lavorare all' Istituto di Farmacologia di Mosca. A quel tempo, la sua ricerca si incentrava sulla farmacodinamica e farmacocinetica di varie sostanze psicotrope. Il Dott. A. Economo (conosciuto in Russia come Arkady Lvovich Ekonomov) fu uno degli inventori dell' originale famoso tranquillante “phenazepam” (sostanza divenuta molto nota in URSS e poi in Russia). Nel 1982, il Dr. A. Economo conseguí il dottorato in Biologia e Farmacologia, orientando quindi i suoi interessi alla ricerca in gerontologia. Gli anni '80 erano un periodo di massimo ottimismo: sembrava possibile inventare medicine contro ogni malanno, perfino contro l' età. La corsa era aperta; un gran numero di scienziati stava cercando l' “elisir di lunga vita” o “pillola d' argento”. Il Dr. A. Economo entrò in questa corsa con tutta l' energia della sua giovinezza, ma col passare del tempo cominciò a capire che l' invecchiamento è un processo molto complesso e sfaccettato. A quel tempo i gerontologi dicevano: “L' invecchiamento è un processo eterogenico ed eterocronico.” Molte teorie sul perché invecchiamo furono introdotte in quel periodo e parecchie di queste esistono ancora oggi. Purtroppo, a causa di tale disparità nei risultati delle ricerche, l' iniziale ottimismo degli scienziati si trasformò gradualmente in pessimismo, allorché nessuna singola conclusione ebbe la meglio sulle altre. Ma la ricerca condotta in quegli anni non fu vana. I farmacologi scoprirono sostante antinvecchiamento (dette geroprotettori) che possono prolungare l' arco vitale negli animali. L'effetto però non era abbastanza potente. I geroprotettori possono prolungare l' arco vitale (di ratti e topi) solo del 5-15 %. (Inoltre queste risultanze non erano sempre statisticamente verificabili e diversi laboratori nel mondo non erano spesso in grado di ripetere gli stessi risultati.) Passo passo divenne chiaro che occorrevano nuovi approcci ed idee per lanciare la gerontologia alla sua meta finale: fermare l' invecchiamento. Gli scienziati un po' alla volta compresero che delle sfide senza precedenti richiedevano approcci senza precedenti per trovare soluzione. Cercare l' “elisir di lunga vita” poteva non essere affatto la giusta direzione.


Era necessario cercare altri fattori attivi: influenze forti (non necessariamente di origine farmaceutica) che fossero statisticamente significative; che potessero portare gli animali, e in prospettiva gli umani, a vivere di piú. Alla fine, questi nuovi fattori significativi sono stati scoperti. Come spesso succede, “nuovo” non significa proprio nuovo del tutto; ma soltanto dei vecchi fattori, a lungo dimenticati.


Ю. С. Николаев
Yurij Nikolaev

Il Dr. A. Economo lavorava al laboratorio di psicofarmacologia negli anni '80 e stava attivamente ricercando una “miracolosa pillola antinvecchiamento”. Il laboratorio era situato presso l' “Istituto di Ricerca Psichiatrica di Mosca” (Московский НИИ Психиатрии РСФСР), che ospitava anche una clinica psichiatrica. Nello stesso tempo in cui il Dr. A. Economo frequentava il laboratorio, il leggendario Professor Yurij Nikolaev stava cercando di trovare una cura per alcuni fra i piú seri disturbi psichiatrici. Per mezzo del semplice digiuno, Nikolaev riuscí a curare numerosi differenti disturbi psichiatrici, compresa la schizofrenia. Il Dr. A. Economo faceva spesso visita a Nikolaev e discuteva con lui e i suoi colleghi del suo “strano” nuovo metodo – tale da rivelarsi un autentico prodigio della medicina – e di come questo processo naturale fosse piú efficace di qualsiasi farmaco nel combattere molti disturbi. Era chiaro che il digiuno generava processi di ringiovanimento e guarigione in tutti i sistemi ed organi del paziente. Ovviamente, i gerontologi nel palazzo iniziarono a studiare il metodo del digiuno di Nikolaev e le sue relazioni col processo d' invecchiamento. Ma siccome il metodo era sconosciuto all' epoca, qualche scienziato della struttura considerava la sua tecnica di digiuno come “barbari esperimenti su esseri umani” Soltanto il forte appoggio del direttore tutelò Nikolaev e gli permise di continuare i suoi esperimenti. E fu proprio Nikolaev che, con un ampliamento del suo metodo originario, riuscí a trovare una cura per molte malattie somatiche come il diabete, disturbi cardiovascolari, artrite e altri, dimostrando l' efficacia generale del digiuno come metodo di trattamento. Tutti questi fantastici risultati influenzarono assai il giovane Dr. A. Economo, ma fu solo dopo parecchio tempo che il Dr. A. Economo decise di usare il paradigma d' astinenza di Nikolaev nei metodi antinvecchiamento. La ricerca di Nikolaev fu presa in considerazione e divenne parte essenziale del metodo “Nutrizione Ciclica Anti-Età”.


Il digiuno terapeutico di base può essere ricondotto ai tempi antichi. Gli effetti positivi del digiuno periodico erano ben noti a medici e filosofi dell' antica Grecia, Medio Oriente, India e Tibet. Pitagora, Socrate e Platone digiunavano per ragioni di salute e per restare acuti di mente. Erano convinti che digiunando, le loro menti fossero superproduttive. Ippocrate e Avicenna (Ibn-Sina) raccomandavano il digiuno come metodo curativo fondamentale per i loro numerosi pazienti.


Un altro motivo per cui il digiuno è comune nella vita d' ogni giorno è per il credo religioso. Molte religioni praticano il digiuno ed hanno specifici giorni o settimane in cui insegnano a non mangiare nulle o a seguire una dieta rigorosamente ipocalorica. Queste religioni insegnano che i loro fedeli possono ripulire il proprio corpo fisicamente e spiritualmente col digiuno.


Un' esaustiva analisi scientifica del digiuno come metodo altamente efficace per il trattamento dei disturbi iniziò solo nel XX secolo. Oggi il digiuno terapeutico viene applicato in ospedali ed istituti per tutta Europa (ad esempio Buchinger, la famosa clinica del digiuno in Germania) e in molte altre parti del mondo. È importante anche citare i fondamentali studi sui salutari benefici del digiuno condotti dagli americani Dr. Paul Bragg e Herbert Shelton e, ovviamente, Yurij Nikolaev.

Ritorniamo ad A. Economo. Quando decise di dedicare la propria vita alla gerontologia, iniziò lavorando all' Università Medica Statale Russa, dove, insieme al suo docente – Il professor Vladimir Yarigin, organizzò il Gruppo Anti-Età: un' equipe che esplorava gli aspetti teorici e pratici della gerontologia. L' aspetto teorico si basava sul prestigio di un altro autorevole gerontologo dell' epoca: L. Gavrilov. Il Dr. A. Economo usò le teorie di Gavrilov per condurre un' approfondita analisi dei dati statistici sulla mortalità umana in vari paesi e in diversi periodi del XX secolo. Cercava le differenze nella dinamica dell' età del decesso, cercando anche di determinare la causa di queste differenze. Il Dr. A. Economo (conosciuto allora col suo cognome originale, Ekonomov) pubblicò una serie di documenti scientifici sulle statistiche della mortalità. (Vedi le sue citazioni in
www.pubmed.org)


Riguardo all' applicazione pratica, il Gruppo Antinvecchiamento lavorava con determinazione per creare un diverso regime nutrizionale antinvecchiamento. Questo schema piú tardi entrò largamente in uso nella cura di pazienti che soffrono soprattutto di obesità, diabete, artrite e disturbi cardiovasculari.

Per ogni paziente si studiavano diete ipocaloriche, tenendo presenti gli specifici problemi di salute di ciascun individuo. Si usavano programmi computerizzati per creare e bilanciare le diete individuali. Durante quegli anni, il Gruppo Anti-Età (con sede all' Università Medica Russa) prescrisse programmi nutritivi antinvecchiamento a 1,000 pazienti. I pazienti del Gruppo Anti-Età poterono perdere peso con successo, e per di piú sconfiggere allo stesso tempo molte malattie croniche. Per il Dr. A. Economo, gli anni '80 furono quelli in cui si cercarono le basi su cui costruire il prospero futuro della gerontologia. Idee, indirizzi ed approcci totalmente diversi nella gerontologia furono testati ed analizzati, sia in teoria che nella pratica. L' obbiettivo ultimo era quello di costruire un metodo efficace, riproducibile e semplice per combattere l' invecchiamento e i disturbi legati all' età.

Л. А. Гаврилов
L. Gavrilov

Vorremmo qui spendere qualche parola su di un altro eminente gerontologo, Leonid Gavrilov, che aveva a quel tempo una grande influenza sul Dr. A. Economo. L. Gavrilov aiutò il Dr. Economo a studiare la gerontologia: a quell' epoca quest' era una disciplina alquanto nuova. Gavrilov guidò il Dr. Economo e l' aiutò ad evitare gli errori di base e le indicazioni fuorvianti che bloccavano i progressi dei nuovi scienziati della gerontologia. Questa consulenza affrettò la rapida ascesa del Dr. Economo all' avanguardia della ricerca gerontologica pionieristica.

    

Siccome erano studenti all' Università di Mosca nello stesso periodo, potevano incontrarsi spesso per discutere le loro idee. Erano usuali ospiti ed oratori ai seminari della Società di Gerontologia di Mosca, un forum per la discussione di diverse, e talvolta estreme, teorie sull' invecchiamento e i metodi per prolungare la vita. Gavrilov all' epoca era già stato gerontologo professionale. Aveva iniziato la sua ricerca gerontologica durante i primi anni di studio all' Università di Mosca. Non si trastullava con superficialità nei tanti aspetti di questa scienza; ma piuttosto impegnava ogni sua energia nello studio di una parte molto ristretta della gerontologia: le statistiche di mortalità e la demografia. Analizzava i diversi aspetti della mortalità e le statistiche sulle malattie in popolazioni di diversi paesi del mondo. Trovò e confermò una serie di regolarità; in particolare dimostrò su di un' ampia base statistica che l' invecchiamento non è un processo lineare, ma esponenziale. Ciò significa che la probabilità di morte cresce geometricamente e raddoppia ogni 7-8 anni. Questo conduce ad un 100% di probabilità di morte all' età di circa 120 anni. Usando modelli matematici, dimostrò che quasi tutti i tipi di animali e gli esseri umani invecchiano allo stesso modo da un punto di vista statistico. La crescita nella mortalità legata all' età e i meccanismi di invecchiamento sembrano essere gli stessi in tutti i sistemi viventi. Fu uno dei primi che applicarono con successo modelli matematici alla teoria dell' affidabilità in gerontologia.

Fortemente influenzato dalle idee di Gavrilov, il Dr. A. Economo dedicòsette anni di studio scientifico ad analizzare le variabili di mortalità In particolare studiò la mortalità in vari stati degli USA, analizzando le tabelle di vita americane in diversi anni del XX secolo. Lo scopo della sua ricerca era di trovare dei fattori fondamentali decisivi che lui riteneva fossero nascosti sotto le differenze in mortalità nelle diverse popolazioni e gruppi di persone. All' inizio l' esplorazione delle statistiche di mortalità e la costruzione di vari modelli matematici per la mortalità e l' invecchiamento furono molto interessanti per il Dr. A. Economo; ma gradualmente giunse a rendersi conto che questo approccio conduce ad un punto morto. Alla fine il Dr. Economo prese una difficile decisione (dopo aver speso tanto tempo a studiare le statische di mortalità): lasciar perdere questo indirizzo della gerontologia e tornare al paradigma nutrizionale come principale metodo antinvecchiamento.

Oggigiorno Gavrilov vive e lavora negli USA come consulente scientifico del “Center on Aging” all' Università di Chicago. Ha scritto svariati libri, il piú famoso dei quali è: “Biology of Life Span.” Gli scienziati continuano con successo a sviluppare nuovi approcci teorici in gerontologia, basandosi su dati demografici ampliati sulla mortalità nelle popolazioni umane; ma fondandosi via via sempre piú saldamente nella matematica, statistica, demografia e teoria dell' affidabilità. La demografia, per il ruolo che ha in politica, troverà sempre l' appoggio ed il supporto finanziario dei politici per incoraggiare nuovi studi. Ma se vogliamo essere onesti verso la gerontologia, che non è esattamente un “bimbo prodigio” come la demografia, ci rendiamo conto che ci sono ancora molte scoperte rivoluzionarie e grandi balzi di progresso ancora da fare.

L' uso della demografia per studiare il processo d' invecchiamento potrà rivelare solo deboli differenze, o fattori che influenzano il processo. Le differenze statistiche nella mortalità generale fra paesi e diverse popolazioni non sono affatto molto grandi. Perciò non è affatto corretto trarre conclusioni fondamentali e generalizzazioni basate sulle “deboli” differenze che la demografia studia. D' altra parte i risultati degli studi demografici sono facili da diffondere tra la gente comune e possono essere perfino un efficace strumento per varie manipolazioni della pubblica opinione. Si possono fare un sacco di speculazioni sulla base delle differenze demografiche.

La devozione di Gavrilov allo studio degli aspetti demografici dell' invecchiamento portò il Dr. Economo ad interrompere la sua ricerca con Gavrilov, perché le differenze nella mortalità fra diverse popolazioni erano generalmente deboli. Se dalle manipolazioni e le congetture torniamo alla scienza reale, dobbiamo dire che i gerontologi devono prima di tutto studiare gli effetti (differenze) forti nella durata di vita di diverse specie, differenze in longevità di animali "knockout" (mutanti genici) raffrontati al riferimento, differenze nel tasso d' invecchiamento a seconda di quante calorie uno assume giornalmente.

È per questo che il Dr. Economo decise di rivolgere la propria attenzione unicamente verso la gerontologia, visti i forti effetti riscontrati sul tasso d' invecchiamento e l' aspettativa di vita. Perciò quindi, sul finire degli anni '80 – primi '90, iniziò ad analizzare uno dei piú forti effetti antinvecchiamento conosciuti a quel tempo: la restrizione calorica. Questo paradigma di restrizione calorica diede origine ad una delle due componenti fondamentali del futuro metodo "Nutrizione Ciclica Anti-Età".


Il paradigma di restrizione calorica non è nuovo in Gerontologia. 

Clive M. McCay

Ottant' anni fa, uno scienziato americano della Cornell University, il Dr. Clive M. McCay, estese la durata di vita di un ratto con delle specifiche diete a calorie ristrette. La durata media di vita aumentò del 50% : da 3 anni a 4.5 anni. Inoltre i ricercatori scoprirono che le diete, non solo prolungavano la durata di vita del ratto, ma pure stabilizzavano le funzioni mentali e la salute fisica. In conseguenza di questi studi, si compirono gli stessi esperimenti su nematodi, cavie, pesci, topi, cani and e molti organismi unicellulari. In tutte queste specie, i ricercatori osservarono che la restrizione calorica aveva come effetto di prolungare la vita. Tra gli esiti migliori delle diete a calorie ristrette c' era anche il ritardato sviluppo di malattie come il cancro, l' osteoporosi, malattie del cuore, e il diabete mellito, fra le altre.


Appena un po' piú di vent' anni fa, si avviarono esperimenti simili sulle scimmie (i nostri parenti biologici piú stretti). La ricerca iniziò in due centri USA, piú o meno allo stesso tempo. Il primo progetto partí nel 1987, sotto la guida del Dr. George S. Roth del National Institute of Aging. Dei test su macachi Rhesus (con una vita media intorno ai 35 anni) e scimmie scoiattolo (con vita media di circa 20 anni) furono eseguiti al National Institute of Aging. Il secondo progetto sui macachi Rhesus fu iniziato nel 1989 da un gruppo dell' Università di Wisconsin-Madison (Richard Weindruch, William B. Ershler, Joseph W. Kemnitz and Ellen B. Roecker). In entrambi i casi, il consumo calorico nel gruppo sperimentale di scimmie fu ridotto del 30% rispetto a quello del gruppo di controllo. Le prove sono continuate per vent' anni, ed i risultati della ricerca mostrano che le scimmie soggette alla dieta a calorie ristrette sono molto piú sane, piú attive e vivono meglio. Tutti gli indicatori dimostrano che le scimmie reagiscono alla dieta allo stesso modo dei ratti. I biomarcatori dell' invecchiamento (ci sono all' incirca un centinaio di tali indicatori), come la pressione sanguigna, tasso di colesterolo, tasso di zucchero nel sangue, vanno tutti meglio nel gruppo a calorie ristrette. L' anno scorso sono iniziati a giungere i primi dati sulla mortalità Non sorprende che la mortalità sia molto piú alta nel gruppo di controllo, quello che ha avuto accesso illimitato al cibo, rispetto agli altri animali con calorie ristrette.


Possiamo aspettarci un simile effetto di allungamento della vita negli esseri umani?


Roy L. Walford
Roy L. Walford

In misura significativa possiamo dire di SÍ perché gli esseri umani differiscono geneticamente soltanto dell' 1 % dalle scimmie. Ed esperimenti simili sono stati già condutti su persone. Un famoso gerontologo, il Professor Roy L. Walford (Università di California) prese parte all' esperimento chiamato Biosfera-2. Un gruppo di scienziati volontari fu isolato dal mondo esterno per sei mesi e seguí diete ipocaloriche bilanciate. Come risultato, gli uomini persero12 kg, le donne 7 kg; calarono i livelli di colesterolo nel loro sangue, e cosí pure la pressione sanguigna (da 130/75 a 100/60). Tutti i "biosferiani" si sentivano mentalmente e fisicamente piú sani.

Quando agli scienziati divenne finalmente chiaro che le diete ipocaloriche sono in grado di prolungare la vita, cercarono di capire come certi fattori, quali la riduzione calorica e la diminuzione di determinati componenti della nutrizione, ad esempio grassi, proteine e carboidrati, influissero sulla durata della vita. Gli esperimenti hanno mostrato che ridurre soltanto grassi o proteine o carboidrati nella composizione dei cibi non influenzava la durata massima di vita negli animali. Non c' era alcuna estensione della durata se il cibo veniva semplicemente riempito di multivitamine o antiossidanti.

 

C' era una correlazione fra l' età in cui le diete a calorie ristrette iniziavano e l' entità degli effetti sulla lunghezza della vita: piú presto si stabiliva la dieta, maggiore era l' effetto di prolungamento. In teoria, chi avesse iniziato la sua dieta a calorie ristrette sui vent' anni, avrebbe potuto aumentare la durata della sua vita fino al 50%. Anche chi non l' avesse iniziata prima della mezz' età, potrebbe ancora allungare la propria vita fino a 15-20 anni in piú. Gli studi del Dr. Roy L. Walford ebbero un' importanza decisiva per il Dr. A. Economo, il quale alla fine scelse il paradigma di restrizione calorica come interesse principale dei suoi studi successivi. Il Dr. Economo ebbe un' assidua corrispondenza col Dr. Walford il quel decisivo periodo. Prendendo in considerazione i lavori di questo esperto gerontologo, fu possibile progredire rapidamente, e finalmente creare un metodo integrato di prolungamento vitale: la "Nutrizione Ciclica Anti-Età".


Fra gli anni '70 e i '90, il Dr. Roy Walford, insieme col Dr. Richard Weindruch, condusse parecchi studi molto decisivi, i quali provarono che la restrizione calorica prolungava la l' arco di vita in modo piú potente ed efficace di ogni altro altro fattore noto. È molto importante precisare che anche la qualità di vita in questi animali ed umani a calorie ristrette era pure assai migliorata. Qui sotto potete vedere il Dr. Walford parlare del metodo della restrizione calorica.


А. Economo

 Ora sediamoci pure nella macchina del tempo e torniamo agli inizi degli anni '90. Nel 1991, dopo il collasso e la disintegrazione dell' Unione Sovietica, sembrava quasi impossibile continuare la ricerca scientifica in Russia; poiché i magggiori scienziati erano: o passati agli affari, o emigrati, o socialmente retrocessi. La scienza fu quasi morta. Perciò il Dr. Economo decise di spostare sé e il suo gruppo verso un paese molto tranquillo e stabile del Centroeuropa: l' Ungheria. Nel 1991, il Dr. A. Economo fondò una società a Budapest, chiamata “Anti-Aging Center”, che fu in pratica l' erede del gruppo Anti-Età di Mosca. A metà degli anni '90, il Centro Anti-Età di Budapest inziò a lavorare a pieno regime, adattandosi sempre piú agli aspetti pratici della gerontologia, piuttosto che a quelli teorici.  

Il fatto che Budapest sorga su delle sorgenti termali naturali, che si sprigionano dal sottosuolo, offrendo dei grossi vantaggi terapautici, è un contributo davvero unico al successo dei programmi gestiti dall' Anti-Aging Center. Ciò aiuta la terapia antinvecchiamento, il miglioramento delle condizioni fisiche e la riabilitazione dei clienti. Quasi tutti i pazienti visitano questi bagni termali a Budapest nel corso del loro programma nutrizionale anti-età.


Agli inizi degli anni 2000, l' “Anti-Aging Center” cominciò a pubblicare una nota rivista di salute: “Natural Elixir” (in Inglese), o “Натуральный Эликсир” (in Russo). Vari aspetti antinvecchiamento venivano trattati in questa rivista. Infine, per via del rapido sviluppo di Internet, le versioni stampate furono sostituite da un network di siti web. Alcuni esempi di quelli avviati dall' Anti-Aging Center sono elencati qui:


www.Anti-Aging-Guide.com

www.Antiaging-Europe.com
www.Antiaging-Hungary.com
www.NaturalElixir.com

Per conoscere piú in particolare il metodo del Dr. Economo (la “Nutrizione Ciclica Anti-Età”), potete vedere qui.


Budapest è una città molto bella ed attiva. Ma spesso accade che l' applicazione di programmi anti-età in Ungheria non sia sempre adeguata ad ogni nostro paziente. Cosí, a partire dagli anni 2000, l' Anti-Aging Center ha esteso la sua area geografica di attività ed iniziato a gestire analoghi programmi anti-età anche in Croazia. Ciò fornisce ai clienti l' opportunità di scegliere fra due zone stupende, secondo i loro gusti.


Margit Island Gladesthermal spacinder track


La decisione degli ospiti di preferire l' una o l' altra destinazione per il programma anti-età, dipende dai loro gusti o inclinazioni. I clienti prendono le proprie decisioni soggettivamente, spontaneamente. Scelgono piú spesso la Croazia: un paese meraviglioso con il caldo e cristallino mare Adriatico. I programmi anti-età vengono gestiti qui nella famosa località di Abbazia, in Istria (che era la principale stazione climatica dell' impero Austro-Ungarico) e a Macarsca (in Dalmazia centrale, 50 km a sud-est di Spalato).

Le caratteristiche di Abbazia sono uniche: clima mite, praticamente senza vento, e una densa vegetazione per via dell' alta umidità, rendono Abbazia diversa dalle regioni piú meridionali della Croazia. Abbazia conserva anche delle ricche tradizioni culturali: vi sono molte belle ville ed altre case isolate, costruite già nel XIX secolo, per lo piú dagli Austriaci.
Dovrei ricordare la gentilezza e la cortesia della popolazione locale, i meravigliosi mercati e la cucina mediterranea, ricca di pesce.

Vale la pena nominare la passeggiata (il "Lungomare"): il sentiero panoramico che si snoda per 20 Km lungo il mare, sopra gli scogli e le baie: una magnifica occasione per farsi una camminata o una corsa in riva al mare. Queste attività sono sempre comprese nei nostri programmi anti-età.

Un importante fattore che favorisce l' impostazione dei programmi anti-età in Croazia, è la nuovissima autostrada tra Abbazia e Budapest. Si può andare da Budapest ad Abbazia in 6-7 ore d' auto. C' è anche un collegamento ferroviario fra le due città (e per nulla costoso!) Questo ci consente di combinare e diversificare il programma per quegli ospiti che desiderano passare una settimana a Budapest (ai bagni termali) e una settimana ad Abbazia (al mare).


Altra importante parte del Programma ad Abbazia è la visita alle piscine coperte, con acqua marina riscaldata (nel centro termale Talassotherapia). Questo centro consente di tenere dei programmi anti-età e di digiuno terapeutico anche nei mesi invernali o primaverili, quando fa troppo freddo per fare il bagno in mare.


Oltre ad Abbazia, c' è un' altra bella zona sulla costa in Croazia, dove gli ospiti possono scegliere di stare con noi per il programma. Si tratta di Macarsca, un bel paesino sul mare (Riviera di Macarsca). A Macarsca, che si trova 50 Km a sud-est di Spalato, il clima è piú caldo che ad Abbazia, piove raramente e la montagna alta 2 km è una visione splendida presso la cittadina. Quest' è una penisola davvero pittoresca! È tranquilla, data la distanza da Budapest o Zagabria; comunque. può capitare qualche temporale o vento forte, di solito in inverno o primavera.


Entro il primo decennio del XXI secolo, il Centro Anti-Età ha in progetto di estendere l' area geografica dei suoi programmi. Le nuove destinazioni comprenderanno:

In Spagna: nella regione di Marbella; in una piccola località costiera: Estepona.


www.AntiagingFasting.com

In Italia: a Spotorno; graziosa località sulla bellissima costiera del Ponente Ligure.

Italy liguria

Italy liguria

Italy liguria

Italy liguria

 Italy liguria

Italy liguria


in Grecia: sull' isola di Creta.


Oggi il mondo indiscutibilmente inizia una nuova epoca: l' epoca del postmoderno, un' epoca di rivoluzionarie conquiste scientifiche. Questo è il secolo della tecnologia informatica e delle nano-tecnologie. Il tempo viene contemporaneamente compresso ed accelerato. La gente è sempre piú fugace, indipendente, polverizzata. I moderni umani viaggiano tanto; non vogliono vivere e lavorare troppo a lungo nello stesso posto: vogliono vedere tanti luoghi e fare esperienze quanto piú possibile. Da quando Internet è apparsa e si è diffusa nel mondo, la gente è disponibile ed in grado di lavorare online da ogni parte del mondo, purché si abbia in mano un portatile.


Abbiamo preso in considerazione questo nuovo stile di vita, ed è una delle caratteristiche peculiari del nostro metodo: mobilità e flessibilità geografica. I nostri programmi di "Nutrizione Ciclica Anti-Età" non sono piazzati per sempre in un posto. Non siamo una clinica di calce e mattoni come sono tante case di cura. I nostri moderni ospiti non sono costretti a fissarsi in una località geografica o a stare in un costoso ospedale, clinica, albergo-vacanze o casa di cura e passare tutto il tempo in un posto. Non ci serve una clinica con tanto personale e costose attrezzature. Un altro aspetto del nostro programma è che non teniamo pazienti seriamente ammalati, confinati a letto, o in sedia a rotelle, o molto anziani. Noi incoraggiamo le persone relativamente sane, spesso di mezz' età o giovani, che vogliano cambiare il loro stile di vita poco salutare, ad aderire, ripulire il corpo dalle tossine e cominciare una nuova vita, priva di malattie e invecchiamento prematuro. I clienti che seguono il nostro metodo non passano 24 ore in una struttura chiusa; ma vivono tranquillamente come normali turisti in vacanza, in alberghi o appartamenti, a seconda delle loro preferenze o possibilità finanziarie.

Per tradurre in realtà questo programma, basato sul metodo “Nutrizione Ciclica Anti-Età”, nella destinazione prescelta, servivano soltanto poche cose essenziali: avere a portata di mano uno o due medici altamente qualificati, di ampie vedute, con una normale laurea locale in medicina; un nutrizionista, un massaggiatore diplomato, uno psicologo o assistente che veda la vita con ottimismo; ed infine un buon cuoco, capace di preparare gustosi piatti antinvecchiamento
, rigorosamente secondo le nostre prescrizioni. Occorre poi un' attrezzatura diagnostica di base, come una macchina per elettrocardiogramma ad ultrasuoni, la macchina per idroterapia del colon e poche altre.


Riguardo all' ubicazione geografica dei programmi; questo sta ai nostri ospiti.
Siamo pronti ad offrire varie opzioni. Gli unici requisiti sono che il posto sia bello, comodo, sicuro e in grado di salvaguardare i pazienti da troppa tensione o trambusto. La nostra Compagnia, il “Centro Anti-Età” intende ampliare l' area geografica dei suoi programmi antinvecchiamento. Non ci possiamo accontentare di un solo posto nel nostro rapido XXI secolo. Ed è possibile pure applicare il nostro metodo tramite consulenza Internet; soltanto però dopo aver effettuato almeno un ciclo di programma in una delle nostre località.

Conclusioni:
In questa parte vorremmo parlare di alcuni altri filoni della gerontologia moderna, attualmente in rapido sviluppo. È importante non avere sempre lo sguardo rivolto all' indietro, ma essere sempre al corrente delle nuove scoperte, per poter utilizzare gli ultimi risultati scientifici in ogni momento, adattandoli alla nostra pratica.

A quale stadio di sviluppo si trova la gerontologia oggi, allo scadere del secondo decennio del XXI secolo?

Il genoma umano è stato completamente decodificato, si è resa disponibile una tecnologia per far crescere cellule multipotenziali da cellule della pelle; quindi gli scienziati possono coltivare qualunque tessuto del corpo, che alla fine può andare a sostituire ogni organo o tessuto malfunzionante o invecchiato.

Si sono evoluti metodi altamente efficaci per la diagnosi precose di molti tipi di cancro e altre malattie terminali croniche.

Organi e tessuti totalmente artificiali vengono progettati e realizzati, la tecnologia d' impianto di tali organi migliora in continuazione.

Molte nuove scoperte e possibilità sono apparse in gerontologia e farmacologia nell' ultimo decennio. Sebbene la scoperta di una pillola per fermare l' invecchiamento sia ancora lontana dalla realtà, la farmacologia moderna ora lavora con maggiore precisione; inventando sostanze sempre piú nuove, che agiscono molto piú selettivamente e potentemente. Potete informarvi dettagliatamente su tutte queste nuove scoperte alle corrispondenti pagine del nostro sito, alla sezione Teoria.
   

Nell' ultimo decennio è avvenuta una rivoluzione tecnologica in biologia molecolare, che fornisce opportunità senza precedenti per analizzare i rapporti tra i diversi geni e l' invecchiamento. Si sono trovati dei geni che definiscono differenze individuali nelle caratteristiche del processo d' invecchiamento e nella sua entità. Di tali geni ce ne sono a migliaia. La vagliatura veloce e poco costosa del genoma individuale delle persone è divenuta possibile. Le differenze tra quei geni nelle diverse persone ci hanno aiutato a capire a che età uno diventa canuto o calvo, e se avrà l' osteoporosi, il morbo di Alzheimer, la degenerazione maculare o altri disturbi correlati all' invecchiamento.

Fin dalla metà degli anni '90, degli studi hanno evidenziato che il cambiamento di un singolo gene pu&ograve; prolungare radicalmente la vita dei topi. Dapprima fu provato da Andrzej Bartke della Southern Illinois University e altri, che i topi Ames nani (che pesano un terzo dei normali topi Ames) vivono molto piú a lungo dei loro simili normali.) Poi, un' estensione comparabile nella durata di vita fu rilevata nei topi nani Snell da Kevin Flurkey del Jackson Laboratory di Bar Harbor, Maine e Richard A. Miller dell' Università del Michigan ad Ann Arbor. Le vite di quei topi furono prolungate dal 40 al 70 per cento!

Questi modelli di topi hanno un' unica mutazione, al locus Prop-1 nei topi nani Ames e al locus Pit-1 nei topi nani Snell, che interferisce con lo sviluppo ipofisario anteriore; il che causa deficienze nell' ormone della crescita (GH), prolattina (PRL) e l' ormone stimolante della tiroide (TSH). Si è trovato che la carenza di PRL probabilmente non è connessa all' estensione della vita di questi topi, che la carenza di TSH Può esservi leggermente connessa, ma che la carenza di GH (e del fattore di crescita insulinoide-1, che viene prodotto in risposta al GH) può essere un fondamentale motivo per cui questi topi vivono tanto piú a lungo. Scoperta questa che indica che i topi che non possono rispondere all' ormone della crescita poiché il loro gene recettore GH è stato disattivato, vivono il 55 % piú a lungo dei normali topi.

Negli ultimi anni è apparsa una grossa mole di studi con tali mutazioni; il loro numero supera già i 10 ed è in continuo aumento.

È stato dimostrato che le nuove scoperte erano paragonabili per efficacia alla restrizione calorica, e cosí un nuovo "effetto forte" è emerso in gerontologia. Significa forse che il metodo del digiuno e restrizione calorica non è piú fattibile e che dovremmo soltanto aspettare che venga qualcuno a sistemarci i geni; cosí poi vivremo molto, molto piú a lungo, senza praticare il digiuno e la restrizione calorica?

È troppo presto per rispondere con certezza a questa domanda, sebbene i risultati di tali esperimenti con mutazioni genetiche siano impressionanti. Ma per la verità, occorre dire che la maggior parte di quelle mutazioni che allungano la vita, causa condizioni malsane negli animali da esperimento (per esempio: infertilità, nanismo e altri difetti). Ciò significa che la “qualità di vita” (se possiamo applicare questo termine agli animali) per questi mutanti di solito diminuisce.


I ricercatori scientifici in questo campo hanno appena incominciato e non è affatto chiaro come si applichino queste conoscenze e questi metodi agli umani, per estendere una vita umana sana e di buona qualità. Su questo ci sono molte piú domande che risposte. Crediamo che debbano passare almeno 20-30 anni prima che una vera alternativa al nostro metodo appaia all' orizzonte. Una vera alternativa che possa competere col metodo “Nutrizione Ciclica Anti-Età” in aspetti quali la semplicità, sicurezza, affidabilità, che garantisca il 40-50 % di prolungamento di vita e una qualità di vita decisamente migliore.

Ci sono poi degli altri dati interessanti, recentemente ottenuti da Bartke A, Mattison JA e altri. Quando i topi nani Ames disattivati (che vivono il 50% piú a lungo dei topi normali a causa delle loro mutazioni) vengono messi in dieta a restrizione calorica, il loro arco di vita si estende di un altro 25%. Questi topi mutanti che stanno pure in dieta a calorie ristrette, vivono in media il 75% piú a lungo dei topi di controllo (che sono senza mutazioni e senza restrizione calorica). Ciò significa che questi due “fattori forti” in gerontologia lavorano insieme per creare un effetto sinergico. Se in futuro verrà sviluppato un metodo sicuro per un' estensione qualitativa della vita umana, basato su mutazioni genetiche mirate, l' uso della Nutrizione Ciclica Anti-Età, in aggiunta alle mutazioni genetiche, ne rafforzerà l' effetto. Ecco quindi che questo metodo non sarà sostituito dal metodo della mutazione genetica.


Sicuramente i gerontologi devono monitorare attentamente tutti gli studi sulle mutazioni genetiche, e tenersi pronti ad usare ogni scoperta innovativa nella pratica gerontologica. Sicuramente verrà un tempo, forse fra 50-100 anni, quando sarà magari possibile migliorare la stessa natura umana, rendendo le persone superumane, e finanche incrementare la durata di vita umana attiva di varie volte.


Ma che facciamo tutti noi adesso? Continuiamo ad aspettare le nuove scoperte senza cambiare il nostro attuale stile di vita? Questa è una domanda retorica. La maggior parte di noi non sarà in vita quando ciò accadrà, se non iniziamo ad usare il metodo che abbiamo già a portata di mano e che funziona davvero nella pratica. Il metodo basato sugli studi di due famosi scienziati: il russo Dr. Jurij Nikolaev e lo scienziato americano Roy L. Walford.


А. Economo,  “Conferenza Antinvecchiamento”, 
Londra 2007

Il nostro modesto apporto alla gerontologia è soltanto quello di aver combinato gli orientamenti di questi due eminenti ricercatori in un metodo logicamente completo. Questo metodo di “Nutrizione Ciclica Anti-Età” è stato testato innumerevoli volte nella pratica e provato essere molto efficace. Sta diventando sempre piú comunemente utilizzato nella vita umana di ogni giorno.

 

Il metodo “Nutrizione Ciclica Anti-Età” nella sua versione finale è stato presentato nel 2007 dal Dr. Arcady Economo a Londra, all' annuale “Conferenza Antinvecchiamento” nella Royal Society of Medicine of London, dove ha ricevuto ampio riconoscimento tra i gerontologi.

 


Anti-Aging Center team, Budapest, January 2010.

 

 
en de it ru fr sp +39-3285543565
WATCH OUR VIDEO

eXTReMe Tracker

More information about Fasting&Cleansing program read here






© 1991-2019 Anti-Aging Corp., All rights reserved. Condizioni / Mappa del sito / Contatti / Affiliazione